I cammini italiani,
scoprire l'Italia a piedi

  • Facebook
  • YouTube
  • Instagram

Camminare è un gesto semplice e automatico; impariamo a camminare prima ancora di iniziare a parlare, solo respirare è più naturale ma respirare è un atto involontario mentre muovere le gambe richiede volontà e motivazione.

Parlando di cammini quale può essere la motivazione che spinge migliaia di persone a percorrere centinaia di sudati chilometri a piedi? 

Forse il desiderio di avventura, la voglia di scoprire il mondo o il senso di libertà e autonomia che il semplice gesto del camminare rievoca fin dalla nostra infanzia.

Per qualcuno  percorrere un cammino ha un significato che va oltre il gesto fisico e sportivo e può avere un valore religioso, i cammini nascono infatti come percorsi di pellegrinaggio fin dal medioevo, delle vie di comunicazione che univano e uniscono territori per condurre il pellegrino fino ad una meta legata a luoghi di culto della cristianità.

Oggi il termine cammino evoca ancora un significato religioso e di devozione ma si è andati oltre e accanto alle vie di pellegrinaggio si sono aggiunti percorsi a piedi di tipo ludico con lo scopo di far riscoprire i territori attraverso un turismo lento e più attento a valori come la tutela ambientale, il benessere psico-fisico e la tutela di identità culturali territoriali che a causa del movimento verso i grandi centri urbani rischiano di perdersi.

Cammini e sentieri
17935206206088708.jpg
dei.jpg
Parco dell'Adda Nord.jpg
Ruota idraulica di Groppello d'Adda.jpg

Rimaniamo in contatto, iscriviti alla newsletter 

Acquista le guide per i tuoi cammini su Amazon da questo link, a te non cambia nulla e supporterai Peregrino.it nel migliorare i contenuti e offrire sempre nuove idee per le tue gite: