Trekking in valle Adamè 
la valle incantata 

Dati tecnici trekking in valle Adamè

Vieni con me in questo trekking in valle Adamè nel parco dell'Adamello                    (Saviore dell'Adamello, Brescia)  guardando il video  o se decidi di andare in gita anche tu, puoi seguire il percorso Gps scaricando l'applicazione Wikiloc sul tuo smartphone inquadrando il QR code qui in basso o cliccando sulla foto:

adame 5.PNG
Profilo altimetrico del trekking in valle Adamè
Seguimi sulle mie pagine social
  • Facebook
  • YouTube
  • Instagram

Questa gita in valle Adamè era sulla mia lista dei trekking in Lombardia da ormai più di un anno e finalmente a fine agosto 2021 sono riuscito ad incastrare tutto e partire all'avventura.

La valle si trova nel parco naturale dell'Adamello a 2000 metri di quota e l'unico accesso alla valle sono le famose scale dell'Adamello, un sentiero fatto di gradini di roccia che in circa 400 metri di dislivello ci porta dal parcheggio presso malga Licino fino al rifugio Lissone ad inizio valle.

Siamo in provincia di Brescia nel comune di Saviore dell'adamello e la distanza  da Milano, dove abito io è di 110 km.

Il parcheggio tiene al massimo una ventina di auto ed è sempre bene arrivare presto la mattina, specialmente nel weekend. La strada per arrivare è ben tenuta ma gli ultimi 5 km sono belli tosti per chi come me non è proprio abituato alle stradine di alta montagna; la strada seppur ben asfaltata è a corsia unica e presenta diversi tornanti molto stretti, più di una volta mi sono dovuto fermare e fare manovra per superare il tornante, niente di impossibile ma come al solito, attenzione.

Giunti al parcheggio trovate sulla sinistra la teleferica del rifugio Lissone e sulla destra l'inizio del sentiero che dopo poche decine di metri nel bosco, inizia a salire sulla scalinata di roccia costeggiando il torrente Poia. Il percorso lo considero facile e molto divertente e si è quasi sempre accompagnati da una ringhiera in legno per cui lo ritengo anche abbastanza sicuro e fattibile anche per me che soffro di vertigini.

Arrivati al rifugio Lissone la valle Adamè ci si apre davanti in tutta la sua bellezza, suscitando sentimenti di meraviglia e una gran voglia di scattare delle foto.

Da qui inizia la passeggiata nella valle con dislivello pressoché nullo che seguendo il torrente Poia ci porta in 50 minuti al rifugio baita Adamè e da li con un'altra ora si arriva in fondo alla valle, in prossimità del ghiacciaio, qui siamo a 2195 metri, poco più avanti c'è il confine con il Trentino.

Io mi sono fermato al rifugio Adamè a mangiare e devo dire che l'arrosto con polenta era spaziale e mangiare con la vista su tutta la valle con i cavalli selvatici che corrono, non ha prezzo. Sicuramente mangiare al rifugio non è economico ma bisogna considerare che molto probabilmente li i rifornimenti arrivano solo in elicottero e poi, si magia bene e i rifugisti sono stati super gentili.

Passeggiando in valle è possibile incontrare diversi animali lasciati liberi, dalle meravigliose vacche d'alpeggio ai cavalli selvatici, dalle capre ai maiali, veramente una valle incantata.

Attenzione, si passa davanti ad un pollaio in cui incontrerete sicuramente due galli dalle dimensioni ragguardevoli e quello bianco, cornutazzo, tende a fare lo splendido davanti alle galline e ad attaccare quando si passa davanti al pollaio.

Questo trekking mi è piaciuto tantissimo e lo consiglio sicuramente. Il periodo giusto per visitare la valle Adamè è sicuramente tra metà maggio e metà settembre, in altri periodi bisogna controllare la presenza di neve, siamo comunque a 2000 metri di quota.

Io sono stato a fine agosto e comunque ho tenuto il pile e un cappello, almeno la mattina.

Se vi state chiedendo: cosa faccio oggi in Lombardia? Dove andare in gita in Lombardia? La risposta è sicuramente: valle Adamè.

Buona gita!

#valleadame #adamello #trekking #trekkinglombardia #giteinlombardia #cosafareinlombardia